All for Joomla All for Webmasters

Premessa

Fin dall'antichità la pianta di olivo ha avuto un'enorme importanza presso le popolazioni mediterranee:esso era da loro considerato sacro.

L'olio,estratto dalle sue drupe,veniva utilizzato sia come alimento che per scopi religiosi,medicamentosi,di cosmesi e perfino come combustibile.

L'olivo è una pianta sempreverde caratterizzata da una grande rusticità,in grado di adattarsi ad ambienti molteplici,purchè il clima sia temperato,e che riesce a vivere per moltissimi anni.L'importanza fondamentale dell'olivo e la sua recente espansione dopo decenni di drastica riduzione della superficie coltivata ad olivi è da attribuire alla scoperta dei benefici apportati dal suo olio,che caratterizza la ormai conosciutissima dieta mediterranea.L'olio d'oliva ha un indiscusso valore nutrizionale ed è ricco di componenti salutari,in giuste proporzioni,che lo rendono facilmente digeribile,promuovono lo sviluppo cerebrale e ritardano l'invecchiamento cellulare contrastando anche la formazione di colesterolo.E' a crudo che fa maggiormente sfoggio del suo sapore e profumo,benchè il suo punto di fumo sia particolarmente alto al punto da renderlo particolarmente adatto anche per la cottura dei cibi. (Per punto di fumo si intende la temperatura in cui le molecole si degradano producendo sostanze dannose).

Questa pianta,per via del valore ornamentale della sua chioma e del suo tronco dalla caratteristica forma contorta,viene accolto con favore sempre crescente anche nei giardini.La storia dell'olivo è profondamente legata a quella dell'umanità;fin dai tempi più remoti l'olivo fu considerato un simbolo di spiritualità,come un ponte tra la cultura popolare e i riti sacri.Fertilità,rinascita,sopravvivenza alle ingiurie del tempo come alle guerre ed alle carestie,armonia,pace e benessere.Sono queste alcune delle rappresentazioni più significative della pianta dell'olivo nella mitologia,nella cultura popolare e nelle religioni:la Natura come forza e purificazione.

La coltivazione dell'olivo ha origini antichissime:da oltre seimila anni vengono tramandati racconti popolari.Testi religiosi e rinvenimenti archeologici ci confermano oggi dell'amore millenario esistito fra l'uomo e questa pianta.Lo testimoniano anche gli esemplari secolari del giardino del Getsemani a Gerusalemme e l'olivo di Platone ad Atene.

Sono circa settanta i versetti della Bibbia che citano l'olivo ma fra tutti il più significativo è quello di Ezechiele: "Sulle rive del Giordano crescono degli alberi che non perdono mai le foglie i cui frutti sono cibo e le foglie medicina". Questo ci indica chiaramente come nelle foglie sono racchiusi gli straordinari principi attivi mentre nei frutti,le olive e l'olio,ritroviamo alimenti fondamentali per la dieta e l'uomo.

L'albero dell'olivo è straordinario,senza cure nè pesticidi può sopravvivere per millenni,e può essere trasportato e trapiantato attecchendo sempre.Come mai? Perchè nelle sue linfe scorrono sostanze attive uniche al mondo che lo proteggono e lo mantengono vitale nel tempo:molecole che la scienza sta studiando per donarle all'umanità. Non esistono altre piante con simili caratteristiche.L'olivo,questa portentosa pianta cardine della dieta mediterranea,è stata recentemente riscoperta e rivalutata in tutto il mondo.Tutto questo può venire sintetizzato nello slogan: l'olivo è l'albero della vita!

Please publish modules in offcanvas position.